Bonifica

 

Bonifica in atmosfera controllata

 

La bonifica in atmosfera controllata viene applicata a lavorati finiti come:

  • viti
  • bulloni
  • pignoni
  • rulli
  • sinterizzati

 

Acciai più utilizzati: C25 – C55 – 41cr4 – 36CrMn5 – 40NiCrMo2 – 34NiCrMo16

 Il trattamento consiste in un processo di riscaldo composto da due fasi ben distinte:

  • la tempra
  • rinvenimento

 

TEMPRA

Il trattamento di tempra o tempera in generale consiste nel brusco raffreddamento di un materiale dopo averlo portato a temperatura di austenizzazione. La temperatura di tempra varia, a seconda della tipologia di acciaio utilizzato, da 820° a 880°. La fase di riscaldo è seguita da un rapido raffreddamento in olio a temperatura variabile dai 50° a 90°. Il seguente passaggio porta il nome di rinvenimento.

 

RINVENIMENTO

Il rinvenimento è un trattamento termico che può comprendere una temperatura tra i 400° e i 600°, in funzione del tipo di acciaio e delle durezze che si vogliono ottenere (80-120 kg/mm2). L’atmosfera controllata è un gas composto al 40% da azoto, al 40% da idrogeno e al 20% da ossido di carbonio. Questo gas permette di evitare la decarburazione dei pezzi trattati.

 

GLOSSARIO:

L’austenizzazione è una trasformazione di struttura cristallina degli acciai, consistente nell’ottenimento nell’acciaio stesso di una struttura austenitica.

Austenite: soluzione solida di cementite, Fe3C, nel ferro γ; cristallizza nel sistema cubico a facce centrate, può contenere sino al 2,06% di carbonio ed è stabile, nel raffreddamento, sino alla temperatura di 721 °C. Non ha proprietà magnetiche; si ritrova negli acciai temprati (acciai austenitici) come costituente strutturale, generalmente insieme alla martensite. È caratterizzata da elevata tenacità.

Decarburazione: fenomeno che si presenta negli acciai ‘bruciati’ per surriscaldamento durante i trattamenti termici e si manifesta con zone decarburate, dette aree molli, caratterizzate da una minore durezza. È un grave difetto dell’acciaio, tale da renderlo inservibile.